+39 040 51 99 674
 
DERMATOLOGIA
CHIRURGICA
CIRCONCISIONE CORRETTIVA
I restringimenti dell'apertura libera del prepuzio, insorti per motivi congeniti o in conseguenza ad infezioni e patologie progressivamente fibrotizzanti (lichen scleroatrofico), rendono l'esposizione del glande sempre più difficile e dolorosa. Il foglietto del prepuzio si ispessisce e la sua capacità elastica si riduce compromettendo sia l'igiene che le comuni funzioni genitali maschili. La circoncisione correttiva è una tecnica chirurgica in grado di risolvere in modo semplice e definitivo questi problemi grazie all'asportazione di tutto il foglietto prepuziale. L'esposizione permanente del glande, senza più ostacoli, consente di riprendere tutte le attività prima impedite o ridotte.
QUALI SONO I POSSIBILI BENEFICI?

I risultati clinici ottenibili dopo una circoncisione correttiva consentono al Paziente di riprendere un'attività di pulizia indispensabile al mantenimento di un'igiene perfetta e senza problemi. L'intervento riduce enormemente il rischio di infezioni locali e consente la ripresa di una vita sessuale normale, senza dolore ed imbarazzo. Nel caso di concomitanti patologie ad evoluzione cicatriziale, come il lichen sclero-atrofico, l'intervento è spesso in grado di risolvere efficacemente il problema. Le alterazioni che possono maggiormente beneficiare da questo tipo d'intervento sono:

  • Fimosi
  • Parafimosi
  • Lichen sclero-atrofico
  • Infezioni da HPV (verruche genitali) pluri-recidive

Punti salienti:

  • Elimina il disagio di un imbrazzante “intoppo” nelle situazioni intime
  • Beneficia di una igiene facile ed efficace
  • Scongiura l'insorgenza di fastidiose e prolungate infiammazioni
  • Riduce la probabilità di infezione



BREVE DESCRIZIONE GENERALE:

La circoncisione correttiva è una semplice tecnica chirurgica che consente di eliminare definitivamente il rivestimento del prepuzio, esponendo completamente il glande. La difficoltosa esposizione del glande a causa di restringimenti congeniti o acquisiti dell'apertura del prepuzio impedisce una igiene corretta, ostacola i rapporti sessuali, espone i Pazienti a fastidiose e prolungate infiammazioni ed infezioni. La circoncisione correttiva consente di risolvere efficacemente tutti questi problemi.


COME FUNZIONA? 

L'eliminazione chirurgica dei restringimenti patologici presenti a livello del prepuzio ristabilisce permanentemente un corretto equilibrio funzionale ed estetico dell'organo genitale maschile.
IN COSA CONSISTE?
  • 1 immediatamente prima
  • 2 Durante
  • 3 immediatamente dopo
I pazienti devono sottoporsi a profilassi antibatterica ed antiedemigena (anti-gonfiore). L'intervento è relativamente semplice in assenza di aderenze cicatriziali tra glande e foglietto interno del prepuzio. Il chirurgo dermatologo provvede a studiare accuratamente i margini della corona del glande visibili attraverso la cute. Procede quindi a marcare, con un tratto di pennarello, la cute del foglietto esterno del prepuzio individuando la linea di incisione chirurgica ritenuta adeguata per asportarlo completamente. L'intervento può svolgersi in anestesia locale o con il supporto di una sedazione endovenosa somministrata da uno specialista anestesiologo.
L'anestesia è completa quindi le sensazioni dolorose non vengono assolutamente percepite. Il chirurgo dermatologo asporta il prepuzio eliminandone entrambi i foglietti al di sopra della linea d'incisione precedentemente identificata. La base del foglietto interno viene ribaltata e suturata, accollandola direttamente alla cute dell'asta, ponendo particolare attenzione al mantenimento dei rapporti originali delle due circonferenze. La durata dell'intervento dipende dall'estensione e dalla tipologia delle alterazioni identificate pre-operatoriamente. Solitamente la procedura richiede circa 60 minuti.
La sensazione di disagio è minima alla fine dell'intervento. La maggior parte dei Pazienti riferisce una sensazione di modesta tensione a livello dell'area operata. La ferita chirurgica viene protetta da un'adeguata medicazione che deve essere rinnovata giornalmente per 7-10 giorni. Una serie di impacchi di ghiaccio sono in grado di controllare efficacemente la sintomatologia post-operatoria. Le aree trattate possono apparire moderatamente tumefatte ed edematose (gonfie) per alcuni giorni. I Pazienti vengono dimessi dal nostro Centro dopo un periodo di osservazione di 30′-45′. I punti di sutura, realizzati in materiale riassorbibile, vengono eliminati spontaneamente. Le cicatrici possono presentare un arrossamento diffuso che si risolve autonomamente nel giro di qualche mese. L'arrossamento in sede cicatriziale è segno di attività sintetica di nuovo collagene ed elastina da parte delle cellule preposte ai processi di riparazione. L'urinazione non subisce variazioni. L'attività sessuale può usualmente riprendere dopo 15-30 giorni.


Quanto dura?

 

La durata dell'intervento dipende dall'estensione della patologia da trattare. Solitamente vanno preventivati 60′-90′. Una volta asportato il prepuzio, la correzione anatomica è permanente.
 

Quando vedrò i risultati?

 
I risultati sono visibili immediatamente dopo la seduta operatoria ma si stabilizzano definitivamente dopo 2-3 mesi. L'assestamento della cicatrice richiede 3-6 mesi.

Quanto costa?

 

I prezzi dipendono dall'estensione e dalla tipologia delle alterazioni riscontrate, dai tempi di esecuzione e dalla difficoltà tecnica dell'intervento. Contattaci per avere ulteriori informazioni.

Contattaci subito per maggiori informazioni!
Scrivi al nostro staff senza impegno, dettagliando la tua richiesta, ti risponderemo il prima possibile.
Ti ricordiamo che una visita al nostro centro può aiutarti a conoscerci e rispondere a tutte le domande che hai.
* campi obbligatori
Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies      Maggiori info